per le mostre e l'arte in collaborazione con www.arte-argomenti.org

martedì 13 aprile 2010

in auto verso la Tuscia



Un breve itinerario nel viterbese può essere stimolante per chi ama girare con calma in auto. Le cose da vedere non sono affatto poche ma paesaggi e tradizioni gastronomiche vanno un pò assaporati con il ritmo giusto. Magari come fece Luciano Bonaparte che dopo aver litigato con il grande Napoleone si ritirò in quel di Canino(VT) per dedicarsi all'etruscologia ed alla buona tavola. La Tuscia, oltre alle tombe etrusche di Tarquinia, Vulci ecc., riserva comunque molte belle sorprese: edifici artisticamente importanti come Villa Lante di Bagnaia, il Palazzo Farnese di Caprarola, città d'arte (Tuscania, Viterbo ecc.), alcune cittadine ubicate sulla roccia (famosissima è ad esempio Civita di Bagnoregio) ed infine diversi itinerari che riguardano l'antica via Francigena.
L'unico valido collegamento ferroviario è Roma-Viterbo, quindi è consigliabile ai turisti noleggiare un auto a Roma e poi proseguire lungo le strade locali magari costeggiando i laghi di Bolsena e di Vico. All'insegna di un turismo veramente "slow".
Se poi capita di essere in zona a febbraio è meglio organizzarsi anche per il carnevale di Ronciglione che ha antiche tradizioni ed è uno dei più divertenti d'Italia. Diversamente a fine estate non è perdibile la sfilata viterbese della Macchina di Santa Rosa.
Ed ovviamente per girare necessita una buona automobile, meglio se non troppo cara..
°°
Se poi tornando un pò stanchi a Roma avete voglia di una pizza a casa, magari potete telefonare per una pizza a domicilio a Roma nord. Dopo una gita è magari una bella idea..

Nessun commento:

Posta un commento